Chirurgia Ortognatica?


La chirurgia ortognatica o dei mascellari, è quella branca della chirurgia maxillo-facciale il cui scopo è correggere le malformazioni dell’apparato dento-scheletrico: arcata dentale, mascelle, mento. I pazienti che necessitano di un intervento di chirurgia ortognatica possono presentare una o più alterazioni della crescita dei mascellari. Il trattamento di queste malformazioni è reso necessario dalla possibile concomitanza di problematiche sia funzionali che estetiche. Spesso, infatti, il paziente con malocclusione presenta disfunzioni alla masticazione, talvolta alla respirazione, disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare e, non ultimi, evidenti e problematici inestetismi. Gli interventi più comuni utilizzati per il trattamento delle malformazioni maxillo-mandibolari sono: l’osteotomia tipo Le Fort I del mascellare, l’osteotomia sagittale della mandibola e la genioplastica (o mentoplastica). Questi interventi chirurgici, sono sempre indicati al termine dello sviluppo scheletrico del volto, ovvero dopo i 17-18 anni per le donne e 18-21 per gli uomi