La stampa 3D in chirurgia maxillofacciale


stampa 3D e chirurgia
stampa 3D

L’imaging e la stampa 3D (nota anche con il termine “prototipazione rapida”) per procedure chirurgiche rappresentano, tra le altre cose, una moderna tecnica diagnostica. I modelli 3D di prototipazione rapida supportano medicina e chirurgia in varie fasi ospedaliere, tra cui:

  • Minimizzazione del tempo di procedura – Insieme ad altri metodi e supporti diagnostici come intelligenza artificiale e acquisizione di immagini, i modelli 3D aiutano a ridurre il tempo totale per completare un intervento chirurgico;

  • Gestione dello spazio di memoria – Le immagini acquisite da stampa 3D possono essere archiviate su cloud, senza necessità per i computer di memorizzare i dati del paziente;

  • Comprensione efficace delle condizioni del paziente – Interventi chirurgici complessi possono essere facilitati da una comprensione migliore della condizione del paziente a monte, studiando l’area di azione in pre-intervento.

Implementando la biomodellazione 3D, i chirurghi possono simulare e pianificare le procedure preoperatorie, stabilendo strategie per la gestione intraoperatoria al fine di ridurre i tempi operativi.